Tremonti e la Kultura

Pubblicato il giugno 4, 2010 di


Video satira sui tagli della Finanziaria, ieri, oggi, domani: parodia di Tremonti ad opera di Corrado Guzzanti, in una vecchia puntata di Parla con me, alle prese con i tagli alla cultura. Certo, la cul-tura non è solo roba di sinistra. Ma la crisi impone delle scelte e il governo sceglie di tagliare il superfluo: non i super compensi dei manager della pubblica amministrazione, non il parco macchine destinato alle auto blu, non i privilegi di ‘casta’, ma quegli enti culturali che tengono in vita generi dello spettacolo o della musica oramai fruiti soltanto da una elité di affezionati, generi messi ‘fuori mercato’ prima dal cinema e poi dalla televisione (che ha a sua volta ucciso il cinema – a margine di questo post si potrebbe disquisire fino a quando la televisione giocherà il ruolo di master o se per sopravvivere ai new media dovrà adottare forme ibride). Migliaia di lavoratori dello spettacolo, già messi in croce con la scorsa finanziaria, ricevono ora un ulteriore invito a dedicarsi ad altra attività. Il degrado di un paese lo si misura a partire da ciò: meno soldi alla kultura, meno soldi alla scuola. Persone meno istruite, lavori dequalificati, paghe da fame.
About these ads