Lorenzo Rudolph Francis, conferenza stampa a sorpresa: la lettera è vera

Aggiornamento ore 21.25, il video della conferenza stampa sul sito di La Repubblica. Attenzione: l’audio corrisponde al testo riportato nei sottotitoli, ma il video no. Curioso che non ci sia nemmeno mezza immagine di questa conferenza stampa. Eppure erano presenti tre giornalisti italiani. Forse i soli sull’isola.

Udite, udite: la lettera del ministro Francis è vera. Lo spiega lui stesso, in una conferenza stampa dopo che il consiglio di gabinetto presiduto dal premier King si è riunito oggi. Questa l’agenzia APCom che spiega i fatti:

Il ministro della Giustizia di St.Lucia L. Rudolph Francis, annuncia telefonicamente al ‘Fatto Quotidiano’ che al termine di una riunione del Governo dell’isola in corso, si terrà una conferenza stampa in cui verrà fornita – riferisce il sito del quotidiano italiano- una versione ufficiale del Governo sulla lettera pubblicata dai giornali (prima a Santo Domingo e poi in Italia) nella quale si attribuisce la proprietà della società off shore che ha comprato la casa di Montecarlo a Giancarlo Tulliani, fratello della compagna del Presidente della Camera. Il ministro Francis ha spiegato che è in corso una riunione del governo. Una volta terminata inizierà la conferenza stampa: “Si prevede entro un paio d’ore”, quindi presumibilmente entro le 17 e 30. Il ministro si è rifiutato di commentare le precedenti dichiarazioni della telefonata della serata di ieri e ha detto: “non confermo e non smentisco nulla” (APCom).

Poi Il Fatto Quotidiano ha informato che la conferenza stampa ha avuto luogo proprio stasera alle 18 a Saint Lucia, presideuta dallo stesso ministro della Giustizia Francis. L’intervento è durato pochi minuti alla presenza di tre giornalisti italiani, a quanto sembra.

Qualcosa però non torna. Francis era stato raggiunto telefonicamente da Il Fatto ieri sera. Questa la cronistoria completa:

Alle 20 e 06 un funzionario invita via mail i nostri cronisti a contattare il ministero di Grazia e Giustizia. Alle 20 e 30, dopo un lungo inseguimento telefonico, il Guardasigilli risponde dalla Svizzera: “Quel documento è vero, faremo un comunicato ufficiale la prossima settimana”. Verso le 22 e 30 un sedicente amico della moglie del ministro degli Esteri di Saint Lucia chiama Annozero: “Da due settimane l’isola è piena zeppa di agenti segreti libici, russi e italiani travestiti da turisti” (Il Fatto).

Ieri sera il ministro era in Svizzera e quest’oggi compare a Saint Lucia. Deve essere rientrato precipitosamente nella capitale di Saint Lucia. Non vi era un via vai di 07 russi, libici e italiani? Una confusione tale che ha suggerito ai governanti del paese di svignarsela in Svizzera (sempre secondo Il Fatto). A me sembra che si sia fatto molto rumore per nulla. Ancora non ho visto una copia leggibile di quella lettera. E voi?

Domani parlerà Fini, ma non in conferenza stampa. Fini invierà un discorso per mezzo di Youtube ai siti di Futuro e Libertà. Una palese ammissione di inadeguatezza. Fini ha timore delle domande? Che cosa dirà domani, senza alcun contradditorio? Questa è una mossa sbagliata. Ma le cose sono precipitate, irrimediabilemte. E volgono a favore di B.

7 Comments

  1. Che volgano a favore di B. non direi, se e’ vero come e’ vero che la sua unica proccupazione e i suoi unici sforzi sono rivolti in questa direzione. La gente non e’ scema e, malgrado tutto, si rendera’ conto che a parte la difesa ad oltranza dei suoi porci interessi non e’ in grado, come non lo e’ mai stato, di proporre qualcosa di utile al paese ma anzi di arrecare solo danni (vedi i lavoratori di Fincantieri, tanto per rimanere alle ultime ore).

    Ma in fin dei conti vorrei sapere qual’ e’ il reato imputato a Fini e l’ ambito in cui tutto si sviluppa. Ha avallato lavendita per 300.000 euro di un immobile messo a bilancio per 270.000: e allora?) Perche’ se e’ solo quello di “aver mentito” (e su una cosa per niente pubblica) beh, B. dovrebbe chiarire molte piu’ cose di lui, e li’ si che si parla di soldi nostri. Ha forse, Fini, svolto male o con parzialita’ il suo mandato di Presidente della Camera?

    Vera o non vera la lettera, alla fine non potra’ che ritorcersi contro chi ha studiato e messo in campo questa campagna scandalistica con l’ impiego illegale dei servizi segreti (roba da neientre …). Perche’ Feltri si dimette se e’ tutto vero e tutto legale?

    1. Condivido. Ma sapere chi ha manipolato la lettera è importante. Se si sapesse domani che il governo usa i servizi segreti per uccidere politicamente un avversario di B. sarebbe uno scandalo gravissimo. Mercoledì ci sarà la verifica alla Camera e c’è aria di coltelli nella schiena.

      1. Qualche dubbio? Italiani, russi, libici a St Lucia …

        Vero o non vero, questo e’ quello che percepira’ la gente: addirittura un intrigo internazionale per smascherare quel “delinquente” di Fini.

        Certo la cosa e’ ancora lunga, ma ormai quella via ha imboccato. E non sa che e’ senza uscita.

  2. Questo Rudolph Francis, sul sito web del governo di ST. Lucia non risulta come ministro di niente; il ministro della giustazia è tale Nicholas Frederick.
    Inoltra nella conferenza stampa Francis, quell’audio ripreso da Repubblica ( possibile che nessuno capisca l’inglese ?) ha detto che la sua lettera, vera, contiene i risultati di una sua ricerca preliminare, ma che ha avviato un’inchiesta formale di cui farà sapere i risultati chissà quando: nessun documento mostrato, nessuna carta registrata, solo i suoi ‘preliminary findings’, ossia risultati preliminari. Ma ha chi ha chiesto notizie, se poi ha avviato l’indagine formale?

    1. Francis è diventato ministro il 16 Luglio scorso. Sul web puoi reperire info al riguardo. Ne ho dato menzione su questo blog nel post precedente – vai alla home page. Sul fatto che Francis ha soltanto eseguito una indagine preliminare, sono pienamente d’accordo con te. Non ha confermato nulla di quanto scritto sulla lettera. E a tal proposito, l’enigma rimane aperto: la lettera non l’ha potuta leggere nessuno, il documento messo in circolo è a bassa risoluzione. Il giornale di Santo Domingo l’ha persino tolta dal suo sito. Le traduzioni che circolano possono essere pura fantasia. Come vedi il mistero è fittissimo. Il nostro dovere è continuare a scandagliare il web in cerca di risposte.

  3. Non sono un professore d’Inglese, con quella lingua ho solo un po’ di dimestichezza, ma qualcosa non mi torna; ho ascoltato e riascoltato più volte l’audio del video della dichiarazione Lorenzo Rudolph Francis; la trascrizione del video riportata su Repubblica mi pare contenga due inesattezze: la prima (0.31-0.39) tradotta con “fatti insospettabili” nella striscia di sottotitolo, per esposizione fonetica “facts unsuspicious”, già strana dal punto di vista grammaticale (il parlato non è di solito così preciso, ma in un discorso ufficiale *letto* non mi aspetto un errore simile), a me sembra suoni “facts AND SUSPICIONS”, ovvero fatti E IMPRESSIONI, differenza non da poco.

    La seconda, a mio avviso ancora più netta, (1.12-1.16) tradotta con “questi incidenti potrebbero sottolineare” (traduzione di “such incidents may(..?) highlight”), a mio avviso è in realtà “such incidents MAINLY highlight” ovvero questi incidenti sottolineano SOPRATTUTTO; si avverte chiaramente una particella extra dopo may, che -stiracchiando- potrebbe portare a maybe che però, a mio avviso, NON è quel che si sente. Questa differenza è di rilevanza inferiore alla prima, ma comunque significativa per il valore della traduzione…

    Ovviamente tutto questo è una congettura, immediatamente smentibile dal confronto con la trascrizione ufficiale del discorso, ma per ora non sono riuscito a trovare traccia della trascrizione…

    1. Continua a cercare. In rete circolano traduzioni della lettera di Francis, ma del testo originale nulla. Bisogna arrivare alla fonte. Solo così potremmo fugare il dubbio. Ho in mente che quella traduzione sia un po’ farlocca e che sia sempre la stessa, scritta dallo stesso pugno, che circola nei vari siti con il suo carico di verità/falsità non verificabile. Le tue obiezioni sono intelligenti e gettano ulteriori dubbi su quanto detto l’altro giorno da Francis.

I commenti sono chiusi.