I Lavoratori della Cnh Imola. Un caso nel silenzio. Per prevenire la Innse.

Per la Innse si fecero collegamenti dai principali telegiornali. Ogni sera l’aggiornamento. Gli operai Cnh sono lasciati all’oblio. E Guido Barbieri è in sciopero della fame dal 24 agosto.

  • tags: no_tag

    • I lavoratori CNH Imola (Case New Holland) sono indignati per la mancanza quasi totale di interesse da parte del governo e dei media nazionali della nostra vicenda.

      Questo ha portato un nostro collega a fare uno sciopero della fame che va avanti dal 24/8.
      Per questa ragione ci siamo organizzati e comunichiamo indipendentemente attraverso questo blog.
      Siamo qui dal 24 giugno!

  • tags: no_tag

    • E’inaccettabile il comportamento della Fiat che si rifiuta di aprire un confronto con i sindacati e tratta le istituzioni come dei "sottoposti". Questo indebolice sempre di più i rapporti tra le parti. Registriamo nello stesso tempo la latitanza del Governo
  • tags: no_tag

    • Di fronte alla noncuranza della Fiat, che ha deciso unilateralmente di chiudere lo stabilimento di Imola, i lavoratori si stringono intorno a Guido Barbieri, arrivato oggi al nono giorno di sciopero della fame,
    • Ma la protesta prende anche forme nuove.
    • Il 30 agosto, primo giorno dopo la fine della cassa integrazione ordinaria, i lavoratori senza sigle sindacali hanno messo online un blog dal titolo "Il diario dei lavoratori della Cnh Imola"
    • Trattativa che, fino ad ora, non c’è stata affatto. Un caso che stenta ad avere sui media nazionali lo spazio che meriterebbe.
    • MARCHIONNE HA MENTITO – "Marchionne promette al governo di non chiudere stabilimenti in Italia per avere gli incentivi sull’auto. Pochi giorni dopo chiude la Cnh di Imola. Non è questo d’interesse nazionale?"
    • Tra i lavoratori della Cnh c’è anche chi da tempo usa il proprio spazio web per raccogliere e diffondere le informazioni sullo stabilimento. Si tratta di Girolamo Papagni, delegato della Cisl, che nel proprio blog ha catalogato le notizie apparse sui quotidiani e ha postato i video degli interventi al presidio
    • NUOVE FORME DI PROTESTA – Come spiegato ieri da Gianni Rinaldini, segretario nazionale della Fiom Cgil, intervenuto al presidio imolese, se la Fiat dovesse continuare a negare il tavolo di trattativa, i lavoratori prenderanno in considerazione altre forme di protesta.

  • tags: no_tag

    • Ignazio Marino, candidato alla segreteria nazionale del PD , e Thomas Casadei, il ricercatore  romagnolo candidato alla segreteria regionale PD, hanno incontrato oggi a Imola i lavoratori della CNH, importante azienda del Gruppo FIAT in  Cassa integrazione straordinaria per cessazione di attività.
    • ha affermato Marino – lavoratori che non devono pagare le conseguenze di una scelta presa con un metodo inaccettabile, sul piano istituzionale e sindacale
    • Ignazio Marino ha assunto impegno preciso di chiedere al Ministro Scaiola la convocazione immediata delle organizzazioni sindacali.
    • "Siamo qui anche per dar voce ai lavoratori della CNH oscurati dai media, ben sapendo che la questione non è solo locale, ma di interesse nazionale" ha aggiunto Casadei

Posted from Diigo. The rest of my favorite links are here.