Il Fini redento. Laico, democratico, in difesa della costituzione. Ma non in parlamento.

A sdoganarsi c’è sempre tempo. Da ex missino, Fini andò a Gerusalemme a purificarsi dalla "colpa" delle leggi razziali. E’ tornato a Genova, applaudito – pur non purificandosi dall’altra colpa tutta politica dei pestaggi del G8 alla Scuola Diaz e alla caserma Bolzaneto. Giustamente questo è stato ricordato e rimproverato alla platea della Festa Democratica da Ignazio Marino nel suo discorso di presentazione della mozione.
Fini dica che a Genova nel Luglio 2001s’è sbagliato politica. Sarebbe un passo avanti. Fini faccia fare ai suoi in parlamento le azioni necessarie a smarcarsi dalla politica del governo. Non basta andare alle conferenze. Se esiste, la sua fazione deve – per dovere verso la costituzione – pretendere di determinare la linea politica del governo, meglio e più della Lega. Altrimenti si astenga da questi discorsi da accademia.

  • tags: no_tag

    • Applauditissimo dalla platea di Genova, tanto da meritarsi l’appellativo di «compagno Fini», l’attuale presidente della Camera, numero 2 del Pdl, è stato accolto tiepidamente dai suoi a Mirabello. Un vero paradosso! Come quello di Bersani, candidato segretario del Pd, trionfante, più che a Genova, al Meeting di Comunione e liberazione di Rimini.
    • Applauditissimo dalla platea di Genova, tanto da meritarsi l’appellativo di «compagno Fini», l’attuale presidente della Camera, numero 2 del Pdl, è stato accolto tiepidamente dai suoi a Mirabello. Un vero paradosso!
    • Bersani, candidato segretario del Pd, trionfante, più che a Genova, al Meeting di Comunione e liberazione di Rimini. L’organizzazione più clericale e filopapale d’Italia lo vorrebbe, a quanto sembra, alla guida del Pd. Di un Pd, bisogna dire, alla Binetti, ribattezzabile Ptd (Partito teo-democratico). Amico e alleato, se non subito, tra non molto, dell’Udc filo-episcopale di Casini e Buttiglione. Qualcuno già fa quest’ipotesi. Quella del nuovo Grande Centro.
    • quale Pd sogna la platea genovese che inaspettatamente applaude le parole di Fini? Certo, un Pd laico, geloso dell’autonomia dello Stato dalla Chiesa, e che oggi ha in Ignazio Marino un leader lucido e rappresentativo.
    • Fini ha detto a Genova: «La differenza non è tra laici e cattolici, ma tra laici e clericali». Ben detto. Un cattolico clericale è antilaico, e un laico, cattolico, d’altra fede o di nessuna, è anticlericale.
    • Ciò che definisce la laicità non è l’opzione religiosa o irreligiosa, ma il principio della separazione tra Stato e Chiesa e la difesa dei diritti umani e civili. Cioè il sistema e i valori della democrazia costituzionale.
    • sarebbe feltrusconesco, da (ex)Sant’Uffizio, processarlo per il suo passato
    • Fini non solo si smarca dal Pdl semiciellino, ma ruba lo spazio anche all’ambiguo e amletico Pd
    • va sostenendo: 1) la netta separazione tra Stato e Chiesa; 2) una legge sul testamento biologico rispettosa della volontà del cittadino; 3) la fine della barbarie dei “respingimenti” dei clandestini; 4) il riconoscimento dei diritti dei gay
    • Quando la presunta “Fronda finiana”, se c’è, uscirà allo scoperto in Parlamento? Per ora, sembra che Fini parli nel deserto.
    • il topos, tutto nostrano, che la laicità è di sinistra e il clericalismo di destra va comunque rivisto
    • l’inciucismo Stato-Chiesa ha infatti purtroppo dominato sovrano non solo “a destra”, ma anche “a sinistra”, da Togliatti a Craxi a D’Alema
    • La destra berlusconiana che regna oggi in Italia, sempre più arrogante e liberticida, può si entrare in conflitto con la Chiesa, come la «guerra mediatica» sul caso Boffo dimostra, ma non per difendere la laicità, bensì solo per migliorare a proprio vantaggio lo scambio, il do ut des: la testa di Boffo, tiepido e incauto critico del Berlusca, in cambio di leggi telecomandate su biotestamento, pillola abortiva
    • Il progetto del Grande Centro catto-clericale (da cui potrebbe essere attratto anche il «laico» Fini, smentendo a fatti le sue recenti parole) è sempre lì, pronto per il dopo-Berlusconi. Anche se, almeno per ora, deposte le armi, la pace Vaticania-Berlusconia sembra quasi fatta

Posted from Diigo. The rest of my favorite links are here.