A-H1N1, cronache della pandemia mediatica.

Sale la febbre nei media per il virus pandemico: è la seconda ondata dopo quella della scorsa primavera, quando il virus si manifestò per la prima volta in Messico. Ora in Messico ci sono 47 nuove vittime, improvvisamente da una settimana all’altra. Eppure il viceministro Fazio sostiene che il virus è altamente contagioso ma innocuo, basta seguire le regole di Topo Gigio. Intanto a Napoli quattro persone sono ricoverate in gravi condizioni al Cotugno. Una di esse è una giovane madre di 32 anni che ha appena partorito: è addirittura intubata. Fazio dice che il virus non è più di una influenza normale. Ci sono i primi due morti in Russia. In Italia la situazione è sotto controllo. Il medico morto ieri, sebbene medico e seppure con altre patologie, non ha ricevuto il vaccino. La distribuzione del vaccino doveva cominciare a metà Ottobre, ora invece si dice che avrà inizio da Novembre. Le dosi disponibili erano circa 500 mila. Entro sabato si deciderà se includere anche i calciatori fra le categorie a rischio. Nessuno parla del vaccino della Novartis, o di quello della Glaxo. Men che meno di ciò che li differenzia dalla versione della Baxter. Nemmeno della loro efficacia si fa menzione.

  • tags: no_tag

    • COMINCERANNO ai primi di novembre le vaccinazioni contro l’influenza A/H1N1

    • Il ministero della salute ha predisposto per i dipendenti dello Stato un piano un piano che prevede diverse fasce a seconda delle categorie più esposte al contagio

    • Lo scopo, data la virulenza in cui il contagio si trasmette e quello di evitare di trovarsi uffici e unità operative vuote proprio nel momento in cui ce ne sarebbe più bisogno, bloccando i servizi essenziali

    • operatori della sanità, poi le forze dell’ordine, e a seguire il personale degli enti locali diviso in sottocategorie

    • non è obbligatorio vaccinarsi e secondo i dati che stanno pervenendo alla Prefettura di Imperia, ad esempio, le forze di polizia sembrano più propense ad assumere il vaccino, rispetto agli impiegati del Comune

  • tags: no_tag

    • Partirà sabato 31 ottobre la Campagna di sanificazione degli Istituti Scolastici comunali, anticipata e intensificata per prevenire la diffusione del virus influenzale A/H1N1. 

    • D’intesa con gli assessorati alla Pubblica Istruzione  e ai Lavori Pubblici del Comune di Molfetta, l’ASM ha programmato interventi di "ozonizzazione" degli ambienti nelle scuole d’Infanzia, Elementari e Medie di Molfetta.

    • La ozonizzazione, che offre maggiori garanzie rispetto ad altri sistemi, sarà praticata di sabato pomeriggio e domenica mattina per non interferire con le normali attività scolastiche.

  • tags: no_tag

    • Primi due casi in Russia di decessi legati alla nuova influenza A/H1N1. Lo rende noto l’agenzia Interfax.

    • ”Due donne, di 29 e 50 anni, sono morte a Cita”’, in Siberia meridionale, e ”per entrambe e’ stata confermata la diagnosi del virus A/H1N1”, ha riferito il capo della sanita’ russa Ghennadi Onishenko, ricordando che tutte e due le donne soffrivano di polmonite.

  • tags: no_tag

    • Quattro persone sono trovano ricoverate in gravi condizioni all’ospedale Cotugno di Napoli per aver contratto il virus della nuova influenza A/H1N1. Tutti e quattro, interessati da altre patologie che ne hanno indebolito le difese immunitarie, si trovano ricoverati in Rianimazione.

    • Preoccupano le condizioni di una donna, 32 anni, che ha recentemente partorito. Il direttore sanitario dell’ospedale napoletano, Cosimo Maiorino, ha spiegato che si trova in coma farmacologico e che è intubata. Le sue condizioni destano particolari timori.

  • H1N1: Messico, 47 morti in 7 giorni Il totale delle vittime dalla primavera scorsa sale a 318

    tags: no_tag

    • Il Messico ha registrato 47 nuovi casi mortali dell’influenza A/H1N1 nel corso dell’ultima settimana. Il totale aggiornato sale a 318 decessi e di 50.234 casi di contagio dalla comparsa del virus nella primavera scorsa. Lo ha annunciato ieri (martedi’) il ministero della sanita’. Il Messico era stato in aprile e maggio il focolaio mondiale della diffusione del virus A/H1N1, che ha fatto almeno 4.108 morti nel mondo, secondo l’ultimo bilancio dell’Oms.

Posted from Diigo. The rest of my favorite links are here.

One Comment

I commenti sono chiusi.