Caso Ucraina, le informazioni del Ministero della Salute sulla diffusione dell’influenza A

Qiuesta la situazione in Ucraina secondo il comunicato odierno del Ministero della Salute.

ALLA DATA DEL 28 OTTOBRE 2009, IL MINISTERO DELLA SALUTE DELL’UCRAINA HA NOTIFICATO ALL’OMS. TRAMITE L’UFFICIO TERRITORIALE, UN’INUSUALE ALTA INCIDENZA DI MALATTIE RESPIRATORIE ACUTE NELLA PARTE OCCIDENTALE DEL PAESE, ASSOCIATA AD UN INCREMENTATO NUMERO DI ACCESSI AGLI OSPEDALI E DI DECESSI.

IL 30 OTTOBRE 2009, IL MINISTERO DELLA SALUTE DELL’UCRAINA HA CONFERMATO LA PRESENZA DEL VIRUS H1N1, ATTRAVERSO LA METODICA RT-PCR. IN 11 DEI 30 CAMPIONI OTTENUTI DAI PAZIENTI CON MALATTIA RESPIRATORIA ACUTA NELLE DUE REGIONI PIÙ COLPITE. I TEST SONO STATI EFFETTUATI IN 2 LABORATORI DI KYIV, CHE FANNO PARTE DEL CENTRO NAZIONALE PER L’INFLUENZA. I TEST DI CONFERMA SONO STATI EFFETTUATI DA UNO DEI CENTRI DI COLLABORAZIONE OMS PER L’INFLUENZA.

LA SITUAZIONE È IN CONTINUA EVOLUZIONE CON LIVELLI INCREMENTATI DI ARI E DI ILI, OSSERVATI NELLE REGIONI TERNOPIL, LVIV, IVANO-FRANKIVSK E CHERNIVTSI. ALL’AUMENTATA INCIDENZA IN QUESTE REGIONI CORRISPONDE UN INCREMENTO DEGLI ACCESSI IN OSPEDALE E UN MAGGIOR NUMERO DI DECESSI DOVUTI A COMPLICANZE DELLE MALATTIE RESPIRATORIE ACUTE.

IL 30 OTTOBRE 2009, 2.300 SOGGETTI SONO STATI OSPEDALIZZATI, COMPRESI 1.100 BAMBINI.. 131 CASI HANNO RICHIESTO CURE INTENSIVE, INCLUSI 32 BAMBINI. IL 31 OTTOBRE 2009 SONO STATI NOTIFICATI 38 DECESSI ASSOCIATI A COMPLICANZE DI ARI. INDAGINI EPIDEMIOLOGICHE PRELIMINARI INDICANO CHE I CASI GRAVI E I DECESSI SIANO OCCORSI, DOPO 5-7 GIORNI DALL’INIZIO DEI SINTOMI, PRINCIPALMENTE IN GIOVANI ADULTI, DI ETÀ COMPRESA TRA I 20 E I 50 ANNI, PRECEDENTEMENTE IN BUONA SALUTE.

IL 3 NOVEMBRE 2009, IL MINISTERO DELLA SALUTE DELL’UCRAINA HA REGISTRATO PIÙ DI 250.000 CASI DI ILI CON 235 PAZIENTI CHE HANNO RICHIESTO CURE INTENSIVE. ALLA DATA DEL 2 NOVEMBRE SONO STATI RIPORTATI 70 DECESSI PER MALATTIA RESPIRATORIA ACUTA. LE REGIONI DELL’UCRAINA OCCIDENTALE CONTINUANO A PRESENTARE I PIÙ ALTI TASSI DI ARI E DI ILI.

L’OMS RACCOMANDA FORTEMENTE IL TRATTAMENTO PRECOCE CON FARMACI ANTIVIRALI, OSELTAMIVIR O ZANAMIVIR. AI PAZIENTI CHE RIENTRINO NEI CRITERI DIAGNOSTICI CLINICI ANCHE IN ASSENZA DEL TEST DI CONFERMA DI LABORATORIO PER INFLUENZA DA H1N 1. SU RICHIESTA DEL GOVERNO, SONO STATI INVIATI DALL’OMS, ESPERTI DI VARIE DISCIPLINE ARRIVATI IERI SERA A KYIV.

I MEMBRI DEL TEAM INDAGHERANNO PER DEFINIRE LE CARATTERISTICHE CLINICHE ED EPIDEMIOLOGICHE DELL’EPIDEMIA. IL LAVORO INIZIERÀ DA LVIV. DOVE SONO STATI RIPORTATI NUMEROSI CASI CON GRAVI COMPLICANZE DI MALATTIE RESPIRATORIE ACUTE. ALCUNI CAMPIONI SONO STATI INVIATI AL CENTRO DI RIFERIMENTO E DELLA RICERCA PER L’INFLUENZA, MILL HILL DI LONDRA, PER LA CONFERMA E PER ULTERIORI CARATTERIZZAZIONI DEL VIRUS.

L’ESPERIENZA INTERNAZIONALE DELLA PANDEMIA DA VIRUS H1N1. SPECIALMENTE NELL’EMISFERO MERIDIONALE, HA DIMOSTRATO CHE I CASI CLINICI GRAVI SONO ASSOCIATI A RITARDO NELL’ACCESSO ALLE CURE. INOLTRE, IL VIRUS HA DIMOSTRATO DI CAUSARE UN RAPIDO COINVOLGIMENTO POLMONARE MOLTO DIFFICILE DA TRATTARE.

IL MINISTERO DELLA SALUTE UCRAINO HA RACCOMANDATO MISURE DI SANITÀ PUBBLICA, QUALI DISTANZE SOCIALI: CHIUSURA DELLE SCUOLE E DIVIETO DI ASSEMBRAMENTO; INCREMENTO DELLE ATTIVITÀ DI SORVEGLIANZA; INCREMENTO DELL’IGIENE RESPIRATORIA E CONTINUAZIONE DELLA CAMPAGNA VACCINALE CONTRO L’INFLUENZA STAGIONALE PER I GRUPPI A RISCHIO.

MOLTI INTERROGATIVI RESTANO DA ESSERE CHIARITI. L’EPIDEMIA IN UCRAINA PUÒ ESSERE INDICATIVA DI COME IL VIRUS POSSA COMPORTARSI NELL’EMISFERO NORD DURANTE LA STAGIONE INVERNALE. DATO IL SIGNIFICATO POTENZIALE DI QUESTA EPIDEMIA COME PRECOCE SEGNALE DI ALLERTA, L’OMS RACCOMANDA AL GOVERNO UCRAINO LA TRASPARENZA NEI RAPPORTI E LA CONDIVISANE DEI CAMPIONI.

L’OMS CONTINUA A NON RACCOMANDARE LA CHIUSURA DELLE FRONTIERE E NESSUNA RESTRIZIONE AI VIAGGI INTERNAZIONALI, COMPRESI QUELLI VERSO L’UCRAINA. L’ESPERIENZA MOSTRA CHE TALI MISURE NON POSSONO FERMARE LA DIFFUSIONE DEL VIRUS.

Dr.Anna Caraglia