‘Faked pandemic’, l’attacco di Wolfang Wodarg all’OMS. La pandemia è una farsa.

Se ne era già parlato, su Yes, political! Prima ancora lo avevano ipotizzato i tipi di Crisis, What Crisis? (onore al merito). Poi, un crescendo. Ma solo sulla stampa estera. Poiché in Italia nessuno – sui media del mainstream, ovvero i media governativi – ha ripreso le notizie dei giornali svedesi. Fazio oggi ha specificato che “non spetta al ministro della Salute giudicare l’OMS”. Certo che no. Ma una presa di distanza s’impone, soprattutto quando ancora il contratto che il nostro governo ha stipulato con le major del farmaco era ancora coperto dal segreto per quanto concerne le cifre pattuite, né è dato sapere se le industrie farmaceutiche continueranno a rifornire il nostro paese del tanto inutile vaccino antipandemico. Tanto più che, prima o poi, tutte quelle dosi saranno da buttare via.
Già a Dicembre si parlava sui giornali svedesi di tangenti sospette fra gli scienziati che presiedono i comitati sui quali l’OMS basa le proprie decisioni in materie di salute globale, e le multinazionali farmaceutiche. Nei giorni scorsi è stato tale Wolfang Wodarg, presidente della sottocommissione per la salute e un membro della Commissione Affari politici ed ex vice presidente della commissione per la cultura, l’istruzione e la scienza dell ‘Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa, membro della SPD tedesca, a rilasciare pesanti dichiarazioni sul conto dell’OMS:

“L’influenza aviaria è stato più pericolosa del H1N1, ma molto meno contagiosa, e di conseguenza gli argomenti per una prossima pandemia erano “sottili”, per usare un eufemismo. Ma l’influenza aviaria ha contribuito a creare un clima di panico, ed ha spinto molti paesi a creare un piano di emergenza pandemica. Inoltre la Germania, la Danimarca e in molti altri paesi hanno acquistato grandi scorte di Tamiflu, anche se non è stato sufficientemente testato, ” ha detto Wodarg, che ha criticato anche i contratti di fornitura di vaccino che molti paesi hanno stipulato nel periodo dopo l’influenza aviaria :

“I governi hanno chiuso contratti con i produttori di vaccini in cui essi ottengono gli ordinativi in anticipo mentre i governi si prendono su di sé quasi tutte le responsabilità. In questo modo i produttori di vaccini sono sicuri di guadagni enormi senza addossarsi i rischi finanziari. Così possono soltanto aspettare, fino a quando dice l’OMS “pandemia” e attivare i contratti “. E quel momento è arrivato (Faked pandemic).

    • L’influenza A H1N1 non e’ una ”falsa” pandemia e tali affermazioni sono ”errate e irresponsabili”, ha affermato oggi a Ginevra un responsabile dell’Organizzazione mondiale della sanita’ (Oms). Inoltre, l’Oms non ha esagerato la pandemia, ha detto Keiji Fukuda, consigliere del Direttore generale dell’Oms per la pandemia di influenza.
    • l’Oms ha chiaramente affermato che il virus era moderato e che il futuro era incerto, ha aggiunto rispondendo a chi accusa l’Oms di aver esagerato la minaccia costituita dal nuovo virus
    • “Abbiamo adottato il principio di precauzione che implica prepararsi per il peggio sperando il meglio”, ha detto Fukuda.
    • Wolfang Wodarg, presidente tedesco della Commissione Sanità del Consiglio d’Europa, ha accusato sulle pagine del Dailiy Mail, le case farmaceutiche di aver influenzato la decisione dell’Organizzazione mondiale della Sanità di dichiarare lo stato di pandemia per influenza A.
    • Wodarg sostiene che esse avrebbero tratto guadagni enormi dalla vendita di vaccini ed antinfluenzali, spingendo gli Stati di tutto il mondo all’acquisto di grossi quantitativi con il denaro previsto per la sanità, spesa che poi è rivelata non necessaria
    • Il Consiglio d’Europa, infatti, si è espresso in merito affermando che si tratta di: “uno dei più grandi scandali sanitari del secolo” e ora chiede che si apra un’inchiesta sul ruolo delle case farmaceutiche.

Posted from Diigo. The rest of my favorite links are here.

Annunci