La notizia che non c’è: il mistero della foto del ‘Signor Franco’

Ecco, la foto di quest’uomo non esiste, anzi, errata corrige: quest’uomo non esiste. Non fate caso alla sua presenza su queste pagine: esso non c’è. Questa la verità istituzionale.

il Signor Franco c'è e ti vede

Il mondo dell’informazione ha una sorta di sussulto, di fibrillazione: Repubblica.it mostra la foto del ‘Signor Franco’, la spia del Sisde che, tramite Don Vito Ciancimino, trattava con la mafia. Un corto circuito e la foto fa il giro del web. Rimbalza sui blog. Ma nel giro di un paio d’ore, sbam!, sparita. La notizia non c’è più. Non è quello il ritaglio di giornale su cui Ciancimino ha dichiarato di aver riconosciuto ‘faccia da mostro’. Repubblica cancella tutto, i magistrati imprecano contro la fuga di notizie, certamente notizie false messe in circolo solo per intorpidire le indagini. Come in una puntata di Lost, il passato è cancellato e sostituito da un presente alternativo nel quale non c’è nessun segno dell’accaduto. O quasi.

Perché sul web ne è rimasta traccia. Ne parla il Post Viola: “E’ stata resa nota da Repubblica la foto del cosiddetto ‘signor Franco’, l’uomo dei Servizi segreti che, secondo Massimo Ciancimino, avrebbe tenuto i rapporti tra Stato e mafia nella cosiddetta trattativa subito dopo le stragi del ’92 in cui vennero uccisi i giudici Falcone e eBorsellino e gli agenti della scorta”. Ne parla infoquotidinane: “Ha un volto, un nome e un numero di matricola il famigerato “signor Franco”, il personaggio, presunto appartenente all’intelligence, che nei racconti di Massimo Ciancimino ha fatto da trait d’union fra Cosa nostra e le istituzioni. E’ un agente di alto grado dei servizi ed è ancora in servizio. Lo scrive il quotidiano “La Repubblica” in articolo di Attilio Bolzoni”.

La smentita dei giudici di Caltanissetta giunge via ANSA: “Il misterioso signor Franco non è stato né identificato dagli inquirenti, né, tantomeno, iscritto nel registro degli indagati. Il testimone non ha ancora consegnato ai pm il giornale, che conserva in una casa all’estero. Nei giorni scorsi gli investigatori hanno acquisito una copia della rivista che hanno esibito a Ciancimino. Non si tratterebbe però della stessa indicata dal testimone. Secondo indiscrezioni, Ciancimino non sarebbe stato in grado di riconoscere il signor Franco nella foto mostratagli dagli inquirenti, che peraltro non era chiara. Tra molte incertezze il figlio dell’ex sindaco ha detto che si potrebbe trattare dello 007, ma di non esserne affatto sicuro” (LiveSicilia >> Cronaca > Fughe di notizie sul “signor Franco” la foto sparisce dal sito di Repubblica).

Il suo volto non è il vero volto. Ciancimino lo rivelerà quando saremo pronti. La sagoma del Signor Franco si smaterializza e come un fumo nero si aggira furibonda per gli intricati circuiti mediatici.

One Comment

I commenti sono chiusi.