Nucleare, ricorsi delle Regioni respinti

La Corte Costituzionale ha oggi discusso i ricorsi delle Regioni contro la legge delega del 2009 sul Nucleare. Le questioni sollevate dalle Regioni sono alcune infondate, altre inammissibili. Le motivazioni verranno depositate la prossima settimana. Fino ad allora non potremo discutere dell’aspetto giuridico. Da un punto di vista politico, è un brutto periodo per le Regioni a Statuto Ordinario: da un lato la sentenza della Consulta, che le espone ora alle decisioni del governo sulla scelta dei siti, decisioni che in extrema ratio possono anche scavalcarle; dall’altro la manovra economica che vede i trasferimenti statali alle Regioni ridotti del 40%. Ma Tremonti ha avvisato tutti, da Formigoni a Errani: se si tocca la manovra, è il collasso.

Avviso per tutti i sostenitori del ritorno al nucleare: cliccate qui. Pronti a mettere un reattore nelle mani dei vostri politici?

One Comment

I commenti sono chiusi.