Il Giornale vs. Fini: le fonti della menzogna

Il sito Red Stripe rivela l’inconsistenza delle fonti de Il Giornale sul caso Fini-Montecarlo. La conferma dell’inconsistenza delle accuse: Il Giornale rimesta nel torbido Leggete:

è stato definito dipendente o commesso ma, in realta’, il signor Davide Russo è un consulente come riportato in fondo al sito del mobilificio Castellucci o consulting trade come riportato sempre in fondo al sito Divanissimi, sempre vicino al copyright del sito quindi non proprio l’ultimo arrivato.
Cliccando il suo nome sul sito IDivanissimi si apre magicamente un nuovo sito, di sua proprieta’, in cui si prospetta l’apertura di una nuova attivita’, sempre come consulente d’arredo, di nome Mobilpro, in pratica si è messo in proprio (fonte: Red Stripe).

Il Giornale racconta in un articolo di un tale imprenditore, Luciano Care, che avrebbe incontrato Fini nell’androne di Boulevard Princess 14 recentemente, trovandolo particolarmente soddisfatto della casa:

La fonte monegasca è ancora piu’ strana, tal Luciano Care. Care dice di conoscere certamente lo stabile ( fonte Il Giornale ) ma non dice il perche’ visto che non ci abita e non ci sono uffici o altro ma solo abitazioni private. Su internet si trova il nome e la via della sua societa’:44 Boulevard d’Italie – Chateau d’Azur
MC-98300 PRINCIPAUTE DE MONACO PDG, FOOD & BEVERAGES INTERNATIONAL – La sede della societa’ dista 22 minuti ( fonte google map ) a piedi dalla casa del Tulliani ( 14 Boulevard de la Princesse Charlotte ) quindi non proprio dietro l’angolo (fonte: Red Stripe, cit.).

Non si capisce se questo Luciano Care è lo stesso Luciano Care’ o Caré cheè coinvolto nel 2004 in una maxi truffa conun traffico di sigarette:

Quegli scatoloni di sigarette «viaggiavano» dall’Italia all’Europa con destinazione finale l’Africa; ma le spedizioni esistevano solo sulla carta: le stecche finivano poi sul mercato del contrabbando, alimentando un giro per milioni di euro. Una truffa non nuova, ma il meccanismo stavolta era stato ben congeniato: gli uomini della Guardia di Finanza di Asti hanno lavorato per quattro anni, seguendo le labili tracce che portavano fino in Belgio in una sorta di gioco a rimpiattino che di volta in volta faceva rimbalzare le indagini (coordinate dal procuratore di Asti Sebastiano Sorbello e guidate, nell’ultima parte, dal colonnello della Fiamme Gialle Fausto Ales) a Montecarlo, Parigi, Oporto, Anversa, Katovice (Polonia), Londra e in Svizzera. Alla fine sono state denunciate otto persone: gli astigiani Giorgio Bramafarina della societa’ Bramanova e Celestino Gabutti (socio della ditta Zeus con sede in Belgio), di Luciano Care’ (Montecarlo), Roberto Palazzo e Mario Bevegni (Genova) Gennaro Vecchione (Napoli), il belga Antoine Van Hal e il portoghese Antonio Valadares (fonte La Stampa.it).

Questo il documento ufficiale della Procura di Asti relativo all’inchiesta Operazione Zeus, in cui compare il nome di Care’: Procura di Asti – N. 1299/01

Complimenti a Red Stripe per il fiuto giornalistico.

26 Comments

    1. forse cialtrone, ma sicuramente fastidioso…
      il povero gianfranco viene difeso da alcuni che fanno capo a nomi strani.. ma red non vuor dire ROSSO e cosa ci entrano i ROSSI con il povero gianfranco…Lui ha solo venduto ad una società
      fantasma ( e non si deve fare men meno che dalla TERZA carica dello stato) che a sua volta vende a altra società fantasma la quale cede in affitto (?) al quasi cognato del povero gianfranco che ora , sorpreso e inconsapevole, si trova coinvolto nella MEL(r)MA. sperando non si scopra che la vendita sia stata effettuata con il nero (così fan tutti, ma non la TERZA carica dello stato) ora il garantista a tempo non vede il motivo di dimettersi… io e molti altri si…

  1. E quindi? Per me Caré può essere anche come Spatuzza. Lui testimonia e Fini deve smentire con i fatti, non con la “parola di re” senza uno straccio di documento. Quando è che il signor Betto ci apre la porta di casa per farci vedere la cucina? Ha forse qualcosa da nascondere? A chi paga l’affitto? Ha forse qualcosa da nascondere? Ma certamente, direte, esiste la privacy delle cucine e pure quella degli affittuari… Ma cosa volete stare a discutere quando il vostro astutissimo compagno Gianfranco Heydrich Fini s’è già fottuto con le proprie mani, citando notaio e data relativi al passaggio di proprietà tra la prima e la seconda società off-shore, cosa che, logicamente (voglio sperare persino per voi) non poteva assolutamente conoscere, visto che va dicendo di aver perso ogni traccia dell’appartamento al passaggio di proprietà tra AN e la prima società. S’è confuso pure lui, poveretto, con tutti quei giri per far perdere le tracce dei proprietari! Prendetevelo il vostro scarto di Parlamento e mettetelo insieme a tutti gli altri, tra Follini e Casini: vedrete quanti voti vi porterà!

    1. A me non interessa difendere Fini. Mi interessa sbugiardare i bugiardi. E comunque lungi dal prendermi il merito: tutta opera di un altro blogger, e allora viva i bloggers! Ciò dovrebbe farvi capire l’importanza di questo strumento – il netizen journalism, il giornalismo amatoriale dei normalissimi internauti – e di quanti rischi corre la libertà di espressione di informazione in Italia tramite il ddl Intercettazioni e al contestatissimo comma 29, detto comma ammazza-blog…

  2. Pur essendo un non simpatizzante di Fini, mi risulta quasi evidente il fatto che si tratti di una pura e semplice montatura, tendente a eliminare in tutti i modi , una persona politicamente “scomoda”. In questi giorni, Il Giornale e Libero non fanno altro che divulgare questa commedia a puntate.
    (Ormai Silvio le stà provando tutte.)

  3. Non c’è nulla da stupirsi con Feltri. Vorrei darvi un ulteriore spunto… Il Giornale parla di una certa ditta monegasca chiamata “Tecab” che avrebbe fatto i lavori di ristrutturazione. Il sito ufficiale monegasco che tiene il registro delle imprese ( http://www.rci.gouv.mc ) non trova nè Tecab nè Garzelli (il titolare) tra i propri registri. è chiaro che tale ditta potrebbe essere già “scomparsa”, ma conoscendo le tecniche di Feltri potrebbe trattarsi dell’ennesimo falso testimone.

    1. Può darsi. Se le capita di trovare in rete documentazione al riguardo, non esiti a postarlo qui.

  4. Montecarlo,mobili,ferrari,beni per 20 milioni di € partendo dalla pensione di un dipendente Enel.
    assistiamo alla nascita di un Clan di affaristi voraci e insaziabili.Un vero Presidente della Camera non può ignorare o fare come uno struzzo. Le dimissioni sono una strada obbligata.In nome della tanto “sputtanata”LEGALITA’.

  5. Ma questo blog ed i suoi autori somo forse fianchgeggiatori e fans di Fini,magari pagati da lui per dire stronzate? Fini ed i suoi nuovi parenti ci devono dire,a noi dell’ex AN,perchè hanno svenduto una proprietà del partito;perchè hanno creato triangolazioni con società off-shore,coastituite ad hoc;perchè,stranamente,L’APPARTAMENTO è STATO AFFITTAto al cognatino(ma sarà vero oppure il cognatino e lui stesso Fini sono i veri nuovi proprietari?);perchè il Tulliani (o FINI) non di ce tutta la verità? quanto paga di affitto e come ha saputo dell’esistenza dell’appartamento a Montecarlo? Tutto il resto è noia!E consiglio ai difensori d’ufficio di essere più seri ed essere imparziali,perchè il loro compito è di informare correttamente,non di parteggiare per Fini contro Feltri!ci siamo capiti?

    1. La verità, se mai esiste, se la faccia dire da Feltri o dal suo padrone di Arcore. Se sono faccende interne al suo ex partito (AN) , non vedo perchè noi tutti dobbiamo quotidianamente subire queste beghe, da mercato rionale. Risolvetevi in casa le vostre controversie e iniziate a governare, nel vero senso della parola, un paese ormai allo sfascio. Se tutto il resto è noia, e lo può pure cantare, allora cosa conta? Per il momento non è Fini che ci paga per difenderlo, ma siamo noi a pagare i difensori e i difesi di questo governo.

  6. Trovo miserabile che in un paese dove un intero esecutivo passa il tempo a fare leggi a personam e ad amici degli amici, qualcuno trova il tempo di occuparsi di questioni interno ad un partito, dove intrallazzi o meno sono comunque fatti propri. Non sono fatti propri la latenza di un governo che non governa. Un governo non deve passare il tempo a fare (coattivamente) leggi, ma a governare con le esistenti, il Parlamento è la sede ove proporre e fare le leggi, all’esecutivo spetta l’obbligo di applicarle non di pretendere leggi di comodo o peggio di interessi personale. Coloro che hanno votato per questo governo sono ladri del diritto costituzionale, baciapiedi del cainano di arcore e dello storpio di comerio per abuso di viagra. Meditate gente, meditate. Ry

    1. Ha ragione, ma la deriva del potere esecutivo che sussume in sé anche il potere legislativo è in atto da anni; anche con Prodi si è assistito a un crescendo della decretazione d’urgenza, di fatto esautorando il Parlamento, i cui tempi della discussione sono lunghissimi. Difetti del bicameralismo perfetto. Soluzioni? Una riforma istituzionale che preveda la cosiddetta procedura di conciliazione come accade in sede europea fra Commissione e Parlamento. Ma con questa classe politica non succederà mai.

  7. MI CHIEDO SOLO COME PUO’ GIUSTIFICARE FINI LA VENDITA DI BENI DONATI AD AN.
    QUESTO CREDO CHE BASTI.

  8. quando i cani hanno un padrone nn solo gli leccano il culo ma perdono la dignita’ di essere uomini….il sig Feltri e’ meno di niente e solo chi e’ meno di niente ha un padrone……

  9. QUESTI DEL P.D.L NON SO COME DEFINIRLI FINI TIENI DURO SIAMO CON TE. LA LEGA IN FORTE ASCESA MA COME SI FA A VOTARE PER LA LEGA , PER U BOSSI PER U CALDEROLI, PER LA TROTA MA COME SI FA A VOTARE IL PARTITO DELLA SPESA SI DELLA SPESA ALTRO CHE RIFORMATORE. INFATTI QUESTI SIGNORI DELLA LEGA BOICOTTANO L’UNICHE RIFORME VERAMENTE EFFICACI PER L’ABBATTIMENTO DEL DEBITO CIOE’
    1) L’ELIMINAZIONE TOTALE DELLE PROVINCE, ENTE VERAMENTE INUTILE E CENTRO DI SPESA SI PARLA DI CIRCA 14 MILIARDI DI EURO, 2) TAGLIO DEL 50% DEI PARLAMENTARI NESSUNO CI FAREBBE CASO ANZI MENO MANGIAPANE A TRADIMENTO POI SE PENSIAMO CHE ABBIAMO I COMITATI DI QUARTIERE, I COMUNI A PROPOSITO LA PROPOSTA DI ACCORPARE I COMUNI SOTTO 5000 ABTANTI DOVE E’ FINITAQ? LE REGIONI 1000 PARLAMENTARI NOMINATI DAI NUOVI REGNANTI POI I PARLAMENTARI EUROPEI LA LEGA DOVE STA? E POI SECONDO ME LA LEGA DOVREBBE ESSERE MESSA FUORI LEGGE PER ATTENTATO CONTRO LO STATO, PENSATE NOI ABBIAMO MINISTRI COME CALDEROLI QUELLO CHE HA FATTO QUESTO CAQPOLAVORO DI LEGGE ELETTORALE IN ALTRI STATI DEL MONDO QUESTO SIGNORE NON LO FAREBBERO PASSARE NEANCHE A 110 METRI DAL PARLAMENTO CHE FA LA LEGA SUL DOPPIO INCARICO DEI PARLAMENTARI? PER BOSSI TUTTO OK , COME MAI BOSSI NON DICE NIENTE SULL’EVASIONE FISCALE’? A PAURA DI PERDERE I VOTI?COME MAI NON PROPONE LA RIFORMA FISCALE ALL’AMERICANE CIOE’ CHE TUTTI POSSIAMO SCARICARE TUTTO? SE IO VADO DAL MECCANICO DEBBO AVERE LA POSSIBILITA’ DI SCARICARE IL LAVORO E COSI’ VIA LUI STA AL GOVERNO A CHI INTERESSA IL LODO ALFANO? LE INTERCETTAZIONI? AL POPOLO INTERESSA CHE LE TASSE LE PAGHINO TUTTI IN MODO CHE IO POSSA PAGARE MENO IO NON SO CHI VOTA LEGA MA CHI LA VOTA COMMETTE UNO SBAGLIO INFATTI BOSSA AL GOVERNO A REGALATO 100 MILIONI DI EURO AL COMUNE DI CATANIA CON SINDACO PDL E MEDICO DI BERLUSWCONI MI PARE SCAPAGLINI E ORA SIEDE IN PARLAMENTO BOSSI MINISTRO AVETE CAPITO ELETTORI DELLA LEGA? BOSSI A ROMA MINISTRO PERCHE’ NON PROPONE L’ELIMINAZIONE DELLE AUTO BLU? E DI TUTTI GLI ALTRI PRIVILEGI DELLA CASTA ? PERCHE’ BOSSI CHE E’ MINISTRO NON PROPONE CHE CH E’ PORLAMENTARE NON DEVE ESWERCITARE LA PROPRIA PROFESSIONE DURANTE IL MANDATO? NOI ABBIAMO PARLAMENTARI CHE STANNO PIU’ IN UN’AULA DI TRIBUNALE A DIFENDERE BERLUSCONI E SONO UNA DIECENA CHE NON AL PARLAMENTO E SONO PAGATI DA NOI POIU CARI ELETTORI DELLA LEGA QUESTI ONOREVOLI A FINE MANDATO PERCEPISCONO UN’INDENNITA’ DI QUALCHE CENTINAIODI MIGLIAIA DI EURO ED E’ CHIAMATA L’INDENNITA DI REINSERIMENTO ANCHE PER IL CULO VI PRENDONO. MEDITATE ELETTORI DELLA LEGA NORD NON FATEVI INFINOCCHIARE.

  10. Mi chiamo Luigino Di Priamo, ma tutti mi chiamano Gigi Balilla, non c’è che dire, io sono nato a destra da 308 stagioni, perciò ho avuto sempre uno stile di vita, non so quale colpe ha Gianfranco Fini, ma la campagna giornalistica contro di lui, dai giornali,”della voce del padrone”, non mi fa pensare alle verità che si scrivono, qualcuno invece di cercare il pelo nell’uovo, con molta umiltà dovrebbe guardare a casa propria, i coltelli che si stanno adoperando contro Fini sono a doppio taglio, perciò fate attenzione, certamente pensando ai tempi passati mi fate rimpiangere gli anni famosi, “anni di piombo”, se non erro questa frase l’ho scritta come commento su “facebook”, cerchiamo di essere più seri, per carità di “Patria” ve lo chiedo, e non pensate sempre andare al voto, non stiamo giocando a “Boccie”, col popolo italiano, stiamo festeggiando i 150 anni dell’Unità d’Italia, ma purtroppo gli italiani ancora non si riescono a formare, purtroppo siamo figli ancora del brigantaggio dei tempi borbonici e questo è molto triste per la nostra Italia.

    Il vostro Gigi Balilla

  11. SIGNORI
    SONO TORNATO DA UN LUNGO VIAGGIO DI LAVORO , HO LETTO I VOSTRI COMMENTI , VOLEVO SOLO DIRVI CHE IO SONO STATO ASSOLTO DA TUTTO , NON HO MAI FATTO UN GIORNO DI CARCERE , GODO DEI DIRITTI CIVILI , IL MIO CERTIFICATO PENALE E ‘VERGINE , CONOSCETE QUALCUNO CHE ABBIA AFFARI IN PISTA CHE NN ABBIA RICEVUTO UN AVVISO DI GARANZIA O SIA STATO SOTTOPOSTO A UNA INDAGINE FISCALE E NON ?
    NON CAPISCO QUESTO ACCANIMENTO NEI MIEI CONFRONTI
    SONO UN ITALIANO CHE PER GUADAGNARSI LA ZUPPA E’ EMIGARO NEL 1991 , SONO
    STATO INDAGATO MA TUTTO SI RISOLVE CON UN NULLA DI FATTO , SE SIETE INTERESSATI ALLE MIE VICENDE FISCALI POSSO FARVI CONTATTARE DAL MIO AVVOCATO MAGARI VI MANDA L’ESTRATTO DELLE SENTENZE

    1. Salve. Questo post è un rimando a quanto pubblicato sul blog Red Stripe 2010. Vedo che lei ha commentato già sul blog fonte originale delle informazioni qui sopra pubblicate. Naturalmente io sono aperto a qualsiasi spiegazione in rettifica a quanto scritto, basta che lei sia clemente: sono solo un blogger e non un giornalista professionista, perciò posso rispondere alle sue richieste ma solo un po’ in ritardo. Lei è stato assolto? Ben venga l’assoluzione. Quel che più potrebbe interessare, a questo punto, è una spiegazione un po’ più approfondita delle sue frequentazioni in Boulevard Princess Charlotte – sempre nel rispetto della privacy sua e delle persone che eventualmente la circondano – al fine di chiarire la fondatezza o meno di quanto detto a Il Giornale. Ne avrebbe voglia?

      1. Non lo sarebbe? Da cosa lo evince? Dalla linea politica (alquanto scombiccherata, secondo me che guardo da sinistra)? Certo non si può dire che le vicende raccontate da Il Giornale siano poi state verificate “empiricamente”. Aspetto ancora di vedere la famigerata pistola fumante.

  12. HI CUBICAMENTE
    LINEA POLITICA ? LEI LA CHIAMA LINEA POLITICA ?
    PISTOLA FUMANTE ? COSA VUOLE CHE FACCIA ? ERAVAMO IN DUE
    A PARLARE CON FINI , VUOLE IL TEST DELLA MACCHINA DELLA VERITA’ ?
    IN AMERICA DICONO NO MONEY NO MILK , PERCHE’ LEI E IL SUO COMPAGNO
    DI MERENDE NON VI INTERESSATE PER CAPIRE CHI CI HA MESSO IL LATTE PER
    SOSTENERE IL CIRCO FLI DI FINI,BOCCHINO & C.?
    ADESSO CHE NON CI SONO PIU’ SPETTATORI PAGANTI COSA RESTERA’ A QUELLI
    COME VOI ? UN’ALTRA FONDAZIONE ?
    HO VISTO CHE IL VOSTRO IDOLO MASSIMO D’ALEMA HA I SUOI “LIBRI”
    PUBBLICATI DA MONDADORI E HA PRESO QUALE ACCONTO SUI DIRITTI UNA
    BELLA CIFRA , AVETE STATISTICHE DI VENDITE ? HA VINTO DEI PREMI ? COME
    E’ POSSIBILE CHE MONDADORI/BERLUSCONI EDITI QUESTI LIBRI E GLI ANTICIPI
    I DIRITTI , DOVEVA PAGARE LA NUOVA BARCA ?
    POTREMMO CONTINUARE FINO A DOMANI , SE VUOLE POSSO PUBBLICARE LA
    MIA SENTENZA DI ASSOLUZIONE PER LA STORIA DEL CONTRABBANDO , PENSA
    CHE POSSA AVERE UN ANTICIPO SUI DIRITTI ?
    NON SI FACCIA ILLUSIONI , DESTRA O SINISTRA TIRANO TUTTI A FARE DEI SOLDI
    E PAGARSI LE CASE , MAGARI ANCHE LEI AL LORO POSTO LO FAREBBE VOLENTIERI
    BEST WISHES

I commenti sono chiusi.