La costellazione partitica post Berlusconi

Vi propongo un parallelismo osceno fra due scenari post: post Berlusconi e post Gheddafi. Poiché esiste una strana correlazione fra il tramonto di questi due regimi personalistici così diversi fra di loro, eppur associati nel trapasso, forse a causa di quel sodalizio affaristico-ludistico mai effettivamente compreso né analizzato.

Parlare di costellazione partitica post Berlusconi viene facile oggi, dopo la pubblicazione del sondaggio di SWG su Affari Italiani.it, dal momento che tale sondaggio definirebbe una tendenza al tracollo degli attuali partiti di governo, PdL e Lega, in favore di un Terzo Polo che non sarebbe più terzo e del PD, forte del suo zoccolo duro di voti (che però si trasforma in una zavorra, dal momento che i Democrats non sembrano in grado di essere da soli partito maggioritario).

Così, nel futuro prossimo, potremo avere:

  1. un eventuale partito guidato dall’ex leader di Confindustria Luca Cordero di Montezemolo, stimato attorno al 20%;
  2. PdL, orfano di B. e pullulante di ex Colonnelli, attestato sul 22-25%, mentre la Lega Nord oscillerebbe tra il 7 e il 9%;
  3. PD al 25%.

I residui punti percentuali divideteli fra SeL, IDV, formazioni minori di destra, eventuali scissionisti della Lega (Maroni?), Radicali, Verdi, Movimento 5 Stelle. Quel che si profila è una galassia di partitini, tutti decisivi e tutti inadatti a comandare, ostacolo al decisionismo, espressione patologica di un radicalismo italiano che non trova una forma univoca per manifestarsi. Una sorta di malattia che giornalisticamente si potrebbe definire “sindrome di Weimar”.

Annunci

One Comment

  1. Il sistema politico dipende dal sistema Costituzionale e da null’altro.
    …Ecco quello che i polllitologi e palllitologi agit-prop dei CC e del SIS-CIA (la Scuola di Firenze) non possono dirVi.
    La magnifica Costituzione governista del 2005-2006 è stata cassata dalle buro-oligarchie predatorie e dal popolino minchione che ha plebiscito la dittatura compardoro-quirinalizia che controllava i media e dunque l’insozzo dei cervelli…
    ============
    Il partito del predatore CDB al 25%?!
    …Perché bloccano le inchieste sulla corruzione di massa degli sguatteri catto-berligueriani di CDB, dopo averli reintimiditi, come al solito?!
    ============

    dr. Roberto Scaruffi
    rscaru@gmail.com

I commenti sono chiusi.