Maggioranza, venti o quaranta sono i traditori del PdL

Lo dice la Reuters in un articolo intitolato “Intrighi e tradimenti a Roma mentre Berlusconi lotta”. Venti o addirittura quaranta i taditori del PdL, ben oltre ciò che serve per far perdere la maggioranza a B. Saranno tutti assoldati da Fli e UDC? Reuters scrive anche che un eventuale ‘step down’ di Berlusconi farebbe scendere i tassi di interesse dei nostri Btp decennali di un punto percentuale. Pensate, B. vale 1% di interessi in più sui Btp. Ce lo possiamo ancora permettere?

I prezzi delle obbligazioni si riprenderebbero e il differenziale di rendimento scenderebbe di un punto percentuale se il governo dovesse cadere, secondo un sondaggio Reuters su 10 gestori di fondi, analisti di mercato e strateghi finanziari effettuato la scorsa settimana (Reuters).

A complicare le cose, sostiene la Reuters, si è messa anche la BCE per bocca di Yves Mersch, membro del Consiglio, secondo il quale è frequente in BCe il dibattito se sia meglio o peggio sospendere gli acquisti di Btp finché l’Italia non risponde sulle riforme annunciate. Una scelta del genere farebbe cadere i nostri titoli finirebbero totalmente ‘fuori controllo’. E’ solo la BCE che tiene i nostri titoli a galla, quindi. L’Europa, l’odiatissima tecnocratica anti-democratica Banca Centrale Europea.

 

Annunci

One Comment

  1. Il Quirinale comprador-golpista delle oligarchie predatorie lo fa con chiunque vinca le elezioni. Lo sfondamento delle maggioranze, compradosi parlamentari, è una ricorrenza. Il governo reale quirinalizio è in immerdamento permanente contro governi formali e parlamenti. Ora che vorrebbe? Patrimoniali e prelievi forzosi solo per dar soldi alle oligarchie predatorie!
    Inoltre, ora, ci sono le manovre per avere un fantoccio dell’Impero eletto alle prossime presidenziali, ormai prossime. …2013! …Prodi… Quello che dà i soldi Vostri a Cosa Loro…

I commenti sono chiusi.