Primarie, verso nuove distruttive regole

Via @francesconicodemo.it

Nico Stumpo è il responsabile dell’organizzazione del Pd. E’ stato intervistato oggi dal Tgcom24. Sentite cosa ha detto:

  1. Il 6 ottobre ci sarà l’Assemblea Nazionale del Pd chiamata a fare una modifica dello Statuto del PD per consentire ad altri candidati di partecipare alle primarie. Bersani ha deciso di non restare vincolato allo Statuto aprendo una nuova stagione politica di confronto per consentire ad altri di candidarsi. Questo non vuol dire che tutti gli iscritti saranno possibili candidati ma ci saranno delle regole per partecipare come candidati.
  2. C’è necessità di avere una parte di sostegno necessario perché possa essere considerata una candidatura del Pd. Alle primarie potranno votare tutti i cittadini che sottoscriveranno di voler essere iscritti all’albo degli elettori del centrosinistra che verrà utilizzato come strumento migliore per la campagna elettorale. Chi non vorrà iscriversi vuol dire che non vorrà votare per la scelta della premiership. Non si vota e non si partecipa se non si ha o non si vuole avere la consapevolezza di essere un attore attivo del centrosinistra italiano.

Detto in estrema sintesi: il punto 1) costituisce una sorta di filtro all’ingresso, per cui per essere ammessi come candidati si dovrà rispettare un certo requisito, che Stumpo non rivela, ma che potrebbe essere una raccolta firme fra i tesserati del partito; il punto 2) costituisce filtro verso il basso, un modo per scoraggiare la partecipazione di massa e restringere la consultazione soltanto fra chi accetta di essere registrato quale elettore di centro-sinistra. Il primo punto penalizza chi non ha struttura nel partito, come per esempio Laura Puppato; la seconda è un missile puntato contro la corazzata Renzi, che punta a rinnovare il vertice gerontocratico alimentandosi del voto dei nuovi elettori spesso ai margini o del tutto estranei alla struttura organizzativa. Se Renzi pensa di vincere le primarie, eccolo servito.

Annunci

2 Comments

I commenti sono chiusi.