L’urlo nero

ImmagineQuesta immagine. L’urlo ‘a casa! a casa!’ intonato da Grillo dopo l’annuncio quasi in diretta delle dimissioni di Bersani. Il taglio delle luci artificiali e quel nero, quello di una notte buia, di un buio profondissimo.

L’intransigenza a 5 Stelle di fatto ha portato a galla la nativa incongruenza del Partito Democratico e ne ha causato, de facto, la rottura definitiva, che verrà a breve sancita con un congresso e forse una scissione. Non è certamente un fatto negativo, questo. Grillo e i 5 Stelle hanno, per così dire, aperto il canale del cambiamento e – senza saperlo o senza essersene resi pienamente conto – hanno sottoscritto la loro scomparsa. Già, perché se il cambiamento invade il PD, e lo invade come una rivoluzione, una rivoluzione di metodo e di personalità politiche – che sono tutte ai bordi e scalpitano, oh se scalpitano! – per i 5 Stelle cesserà la ragione di esistere.

“Volti e idee nuove al vertice, convivenze forzate che non devono più convivere, e soprattutto la possibilità – si spera – di non doversi sentire più talmente fragili da diventare necessariamente conservatori per difendere la propria sopravvivenza” (@fabiochiusi, ilNichilista.com).

Quella frase, detta forse per scherzo o per consolazione, secondo cui il Movimento cesserà di esistere quando finiranno i partiti, suonerà a breve come un epitaffio beffardo. Volevamo cambiare il mondo, ma il mondo ha cambiato noi. Il Partito Democratico non finirà come la Democrazia Cristiana, anche se ora sembra così. Il congresso segnerà la definitiva svolta per la Sinistra: scevra dalle formule con i trattini (centro-sinistra, centro-centro-sinistra e simili), potrà così tornare al suo ruolo storico di forza progressista. Al di sopra di ogni sospetto di collateralità con l’Impostore che governa la Destra, il Partito Democratico potrà farsi finalmente partito di governo.

Annunci

2 Comments

  1. Mi auguro solamente si possa dar vita ad un partito di sinistra serio e giovane, cacciando tutte quelle mummie del passato che hanno zavorrato il PD dando spazio vitale a movimenti padronali come il PDL e M5s e portato l’Italia allo stallo totale.

I commenti sono chiusi.