Esclusivo | Storia della mozione 5 Stelle sulle pensioni d’oro

Leggi la seconda parte: https://yespolitical.com/2014/01/12/tetto-alle-pensioni-doro-e-i-confini-della-costituzionalita/

A calvalcare l’indignazione son buoni tutti. Vi ricordate il Popolo Viola? Esiste ancora un blog, tenuto da uno dei fondatori del movimento, tale Franz Mannino, con un profilo – diciamo così – schiettamente anti-casta. Due giorni fa, durante la seduta n. 147 della Camera sono state discusse alcune mozioni relative a “iniziative volte all’introduzione di un prelievo straordinario sui redditi da pensione superiori ad un determinato importo” (Resoconto Stenografico, seduta n. 147 del 08/01/2014). Sì, parlo delle mozioni sulle Pensioni d’Oro.

Il blog viola urla allo scandalo. Vi era una mozione 5 Stelle, la Mozione n. 1-00194 di Sorial Girgis Giorgio (M5S) ed altri, che “consisteva nell’applicare un prelievo alle pensioni d’oro ricavando un miliardo e 140 milioni per aumentare le pensioni minime di 518 euro all’anno” (violapost). Ben in 337 hanno votato contro questo sacrosanto provvedimento. E giù la lista dei votanti, frutto di “un lavoraccio” perché “in questa forma [la lista] non troverete da nessun’altra parte”. L’equazione è molto semplice: un 5 Stelle ha proposto di tagliare le pensioni d’oro, il Pd ha votato contro. Ergo, i piddini sono pervasi dai lobbisti e difendono il privilegio. “Conservate quest’elenco e tiratelo fuori al momento del voto”, ammoniscono i violacei.

Leggendolo, ho notato una incongruenza: una mozione non contiene una norma, una mozione è un atto di indirizzo che – se votato dall’aula – impegna il governo a fare una determinata operazione, che può essere molto semplicemente prendere in esame un problema e studiarne alcune soluzioni normative. E’ pertanto un provvedimento di portata inferiore rispetto, per esempio, ad un emendamento, laddove invece i parlamentari che lo hanno firmato intendono apportare una modifica sostanziale ad un articolo di un progetto di legge.

Intanto, però, quel giorno le mozioni sul medesimo argomento erano ben sette:

  1. mozioni Sorial ed altri n. 1-00194
  2. Giorgia Meloni ed altri n. 1-00255
  3. Di Salvo ed altri n.1-00256
  4. Tinagli ed altri n. 1-00257
  5. Gnecchi ed altri n. 1-00258
  6. Fedriga ed altri n. 1-00259
  7. Pizzolante ed altri n. 1-00260

Su ben sei mozioni, fra cui la Sorial, la rappresentante del governo, Maria Cecilia Guerra, Viceministro del lavoro e delle politiche sociali, ha espresso parere contrario. Su una, la mozione Gnecchi, ha invece dato invece parere positivo. Concentriamoci su quest’ultima, e sulla mozione Sorial, che trascrivo di seguito per la parte in cui si cita l’attività richiesta al governo:

Mozione Sorial, impegna il governo a:

  • a valutare l’opportunità di assumere iniziative per prevedere, per un periodo limitato di tre anni, sui redditi da pensione lordi annui un contributo solidale supplettivo;
  • a valutare l’opportunità di revisionare i trattamenti pensionistici erogati per prestazioni lavorative di elevato importo, al fine di adeguare i trattamenti medesimi all’effettiva contribuzione da parte del lavoratore beneficiario in quiescenza, riducendo la quota di trattamento acquisita in base al sistema retributivo, fissando per ciascuna forma di sistema un tetto massimo di pensione erogabile.

Viste così, le richieste sembrano proprio ineccepibili. Però vi invito lo stesso a leggere la mozione Gnecchi. Vi chiederei di rivolgere la vostra attenzione al preambolo del documento:

il Governo e il Parlamento hanno opportunamente introdotto, con la recente legge di stabilità, significative misure che si muovono proprio nella direzione di affrontare i problemi di equità sociale connessi con l’esistenza di importi pensionistici di ammontare particolarmente elevato in assenza – in molti casi – di un’effettiva ragione giustificatrice. Sotto questo aspetto, meritano di essere segnalati: il comma 486, che ha introdotto per un triennio un contributo di solidarietà a carico dei trattamenti di più elevato ammontare, anche al fine di sostenere iniziative in favore dei lavoratori cosiddetti «esodati»; il comma 489, il quale ha introdotto un limite alla cumulabilità dei redditi da pensione percepiti da ex dipendenti pubblici con ulteriori fonti di reddito pure poste a carico della finanza pubblica (Mozione 1-00258).

Sorprendente, non è vero? Sorial chiedeva al governo di valutare l’introduzione di un prelievo aggiuntivo per tre anni che però è già stato approvato nella legge di Stabilità 2014 (qui il testo; scorrete con la ricerca sino ai commi 486 e 489). Il secondo punto della richiesta di Sorial risulterebbe invece compreso nella frase che Gnecchi ha voluto così formulare, e che ha incontrato il favore del governo:

a monitorare gli effetti e l’efficacia delle citate misure introdotte con la legge di stabilità;
a valutare, agli esiti di questo monitoraggio, l’adozione di interventi normativi che, nel rispetto dei principi indicati dalla Corte costituzionale, sempre in un’ottica di solidarietà interna al sistema pensionistico, siano tesi a realizzare una maggiore equità per ciò che concerne le cosiddette «pensioni d’oro» e correggano per queste ultime eventuali distorsioni e privilegi derivanti dall’applicazione dei sistemi di computo retributivo e contributivo nella determinazione del trattamento pensionistico (Mozione 1-00258).

In pratica, anche se con parole meno chiare, la Mozione Gnecchi (che, ripeto, è un atto di indirizzo!) chiede al governo di “correggere le distorsioni e i privilegi derivanti dall’applicazione dei sistemi di computo retributivo e contributivo”. Va da sé che la richiesta di Sorial è legittima, ma non è uno scandalo se l’aula decide di rimandare la discussione in Commissione Lavoro, come specificato nel dibattito da Cesare Damiano (“Il Governo è appena intervenuto sulle «pensioni d’oro». Noi, con la nostra mozione, diciamo che siamo pronti a discutere – lo faremo in Commissione lavoro, ci sono molte proposte di legge“).

Sia chiaro: l’apposizione di un tetto alle pensioni d’oro è un atto doveroso. Tuttavia, sono in essere alcuni ostacoli di carattere costituzionale sui quali la Consulta si è già espressa ribadendone la effettività (“la giurisprudenza costituzionale guarda con sfavore forme di prelievo coattivo di ricchezza che vadano a colpire solo talune fonti di reddito“, scrive Gnecchi), che dovrebbero essere presi in considerazione prima di introdurre un nuovo intervento su tale materia.

Detto ciò, resta da capire perché, per ogni voto e per voti su mozioni di indirizzo, si dovrebbero fare liste di parlamentari indegni. Non vi era solo la mozione Sorial, in discussione. E non solo la mozione Sorial non è stata approvata. Inoltre, anche se fosse stata approvata, non avrebbe modificato alcunché nella legislazione vigente (Art. 1, commi 486 e 489 della Legge di Stabilità), che già prevede – per il prossimo triennio – un prelievo regolativo sulle pensioni d’oro nonché il divieto di cumulo con altri trattamenti retributivi. L’atto avrebbe semplicemente rimandato la questione al governo, il quale avrebbe poi ‘tirato’ le proprie conclusioni.

Potete ben capire che, procedendo in questo senso, ovvero gridando allo scandalo sempre mettendo in un unico calderone voti su semplici mozioni, voti su emendamenti e voti chiave, non si comprende proprio nulla. A che serve tenere a memoria la lista dei votanti, se semplicemente lo scandalo non c’è?

Annunci

65 Comments

  1. Scusate avevo fatto un commento ma è stato cancellato.
    Ho violato qualche regola?
    Se non piace il contraddittorio (sono presenti degli errori) è tutto un’altro discorso.

    Come si fa a professare la politica e la democrazia quando poi si censura chi fa le critiche o chi non è daccordo?

    1. Non mi risultano tuoi commenti finiti nel cestino dello Spam. Se vuoi commentare nuovamente, puoi farlo. Naturalmente, su questo blog vigono delle regole per quanto concerne la moderazione dei commenti tali per cui tutti devono essere prima letti e approvati da me. Ciò accade, 1) per la quantità insostenibile di spam che arriva; 2) perché qualcuno a suo tempo ha impiegato questa bacheca per diffamare e fare apologia del fascismo, cose che qui non sono tollerate. Spiacente per il disagio ma anche le migliori democrazie hanno delle regole.

  2. Spunto per ulteriori riflessioni: la proposta di Sorial (tassazione progressiva di tutte le pensioni con superprelievo per pensioni d’oro) non supererebbe il vaglio della Consulta poiché stabilirebbe una tassazione separata fra pensioni e altri redditi, mentre per la giurisprudenza i trattamenti pensionistici hanno carattere di “retribuzione differita” (sentenza 30/2004).

    1. forse sarai finto attivista perchè precisa in tutto la disamina non è visto che quella del movimento andava incontro ad aumenti delle pensioni minime invece di fare altro come quella passata.Si riporti tutto il testo.Vedremo poi le fesserie che faranno in futuro questi signori al governo.Con quello che è passato non si ha chiarezza ed è il solito giro di parole che poi in concreto non portano a nulla.

      1. Il testo della mozione è linkato. In esame, presso la Commissione Lavoro, vi è un testo di legge che prevede alcune cose, molto simili a quelle chieste da Sorial. Essendo un testo attribuito alla minoranza, adesso spetta ai 5S formulare le proprie proposte emendative. I 5S sono sostenitori del parlamentarismo contro l’abuso della decretazione d’urgenza? Perché Sorial, su questa materia sulla quale era già in essere una attività 5 Stelle (in Commissione) ha pensato di dover richiedere un impegno al governo (quindi andando nel senso della decretazione)?

  3. Quanto è difficile spiegare e informare quando la politica si basa solo sulla demagogia. Comunque vada in rete resterà traccia, senza rettifiche, di una ennesima pagina di ant-politica.

    1. Ma quale demagogia.La verità dice che la proposta dei 5 stelle è stata bocciata come tante altre buone proposte fatte dal movimento su altro e secondo il proprio programma già nelle commissioni ingiustamente perchè il sistema ovviamente gli è andato contro.

      1. Il sistema. Ti pare? In commissione siedono anche i 5S, solo che la proposta Airaudo se la sono dimenticata. I 5S votano solo sé stessi, zero collaborazione con gli altri gruppi.

      2. Guarda non mi fai neanche replicare,non esce la scritta replica.Credo che per te la coerenza non sia un valore non ci sei abituato seguendo il tuo solito partito e sei abituato a compromessi scandalosi che facevano i partiti facendo passare leggi assurde come lo scudo fiscale,ecc…Con le tue risposte si vede chiaramente la tua inobiettività.Il movimento dà sempre da quando è nato ha detto di non fare alleanze con i vecchi partiti e di votare volta per volta perchè non servono accordi o allenze perchè le cose passano con i voti,in quella cosa che dici ci sono le solite prese in giro come con il femminicidio che ci mettono la tav e le province.Ripeto con una parola questi signori ti fregano.

      3. falsooooo.ma come si fa a dire i cinque stelle votano solo se stessi.Il mattarellum di Giacchetti pd chi l’ha votato come tanto altro?Menti sapendo di mentire che è ancora più grave.

      4. E non puoi dire che il movimento avrebbe potuto evitare questo governo,sono gli italiani che ancora hanno votato questi partiti, il movimento è stato semplicemente coerente forse parola, abituati ai compromessi scandalosi dei vostri partiti, a voi sconosciuta.Peraltro Bersani chiese solo i voti per la fiducia,non disse governiamo insieme ma disse voglio fare,ho questo,fatemi partire cioè sempre al singolare.Rodotà chi non l’ha votato?Tu te la giri come vuoi tu,io invece dico e parlano i fatti che sono i partiti che si sono coalizzati e votato contro il movimento molte volte per partito preso e ti posso far vedere un video di parlamentare che lo diceva apertamente.

      5. Guarda, su questo blog non si finirà mai di deprecare il governo Letta e le circostanze in cui è nato. Non sono ‘governista’. Detto ciò, mi guardo bene dal cadere nella retorica del son tutti Kasta.

      6. Se va beh aveva giocato cose da pazzi,cioè il pd se avesse votato e quindi fosse stato coerente sarebbe passata,il pd ha giocato altro che.Con questa risposta ti sei commentato da solo e chi legge può farsi l’idea del perchè è stato aperta sta pagina e di che persona sei palesemente di parte e inobiattiva.

      7. Bravo, sei passato dal commentare al giudicare direttamente la mia persona. Sei uscito di senno? Cosa ne sai del perché “ho aperto questa pagina” (che poi è un blog, ma posso trascurare)? Sono di parte? Sì, dalla parte della razionalità. Perché ho scritto questo post? Perché credo (e questa è la mia opninione, scusa se esisto) che la retorica anticasta sia inutile, distruttiva, che non serva a cambiare. E il post di Mannino era sbagliato, nei modi e nei contenuti. Posso dirlo. Sì che lo dico, a dispetto di te e dei tuoi commenti. Scusa se ho cambiato tono, ma se mi giudichi, mi autorizza a farlo.

      8. Guarda io ho detto solo che sei chiaramente di parte,dalla parte di qualche partito politico quello intendevo perchè quello che dici molte volte sul movimento non rispecchia la realtà,parlano i fatti.Il movimento ha votato cose di altri partiti ed è stato solo e l’unico coerente lì dentro e con quanto detto in campagna elettorale ed il proprio programma.

      9. E allora? Chi non è di parte? Tu non sei di parte? Cosa vuol dire? Io contesto questa vulgata che mette tutto insieme, sbagliando. C’è del buono nel movimento? Sì, come negli altri partiti. E’ un dato di fatto che il 5S ha ignorato il pdl di Airaudo, l’unico che rispondesse ai rilievi della Consulta. State correndo dietro alla Meloni, sul tema pensioni d’oro.

    2. Allora scusami non ho tempo purtroppo per poter intervenire e poi mi spiace ma alcuni tuoi messaggi sul movimento denunciano quello che dico,io cerco di essere obiettivo non di parte ed in questi mesi ne ho viste fare di furbate da questi partiti grazie al movimento che le ha denunciate molte volte e guardacaso con il movimento dentro si inizia a metterli al muro su determinati argomenti e son usciti fuori con più forza determinati argomenti e si è fatta viva dopo anni di silenzio guardacaso anche la corte su rimborsi e varie cose e quando in tanti anni loro non hanno fatto mai nulla ed hanno sviato sempre menando balle in tv su determinati argomenti come purtroppo spesso continuano a fare adesso come il caso degli affitti d’oro,slot machine e il prendere in giro in tv sulle tasse più basse o sull’imu e tasi o sulla fine della recessione e che il peggio è passato,su europa e debito e su altro.Ci tengo a dirlo qui nessuno guadagna a difendere il movimento,se ho reagito un pò così è solo perchè ho letto delle inesattezze sul movimento anche su altri discorsi da parte tua mi spiace.E su questo discorso pensioni il movimento e lo stesso Grillo hanno sempre detto in campagna elettorale di dover prelevare dalle pensioni d’oro a favore delle pensioni minime e coerentemente con quanto detto quello è stato proposto,non si è parlato di esodati.Gli esodati è un problema creato da loro che loro avevano detto di risolvere in altro modo e ripeto potevano essere votate entrambe le proposte nel caso.E questo comunque non sta a significare che al movimento non interessino gli esodati,si è stato solo coerenti con quanto detto in campagna elettorale.E nella proposta passata ci sono parole che mettono molti dubbi al contrario di quella dei 5 stelle e questi signori con le parole molte volte hanno fregato in maniera furbesca e molte volte le cose non son state votate dal movimento anche perchè presentavano appunto queste parole furbacchione o contenevano altro.Questi sono i fatti.Ciao ciao.

      1. E io ti chiedo di fare più attenzione. Qui non si difendono i politicanti, si chiede di fare Politica, senza gridare ma con bene in testa ciò che dice la Costituzione e l’organo che la impiega per giudicare le leggi. Gridare sempre allo scandalo non serve a nulla, non serve fare liste in cui si mettono in fila nomi di deputati che invece sono rispettabili e sono addirittura alla prima legislatura e stanno cercando di venir fuori nonostante tutto. Sulle Pensioni d’Oro è stato detto più di una volta che i provvedimenti studiati sinora sono fuori della legalità costituzionale, per tutta una serie di ragioni che ho elencato nell’altro post in materia. Ma proseguire nell’intento di tagliare i trattamenti cosiddetti d’oro per rimpolpare le minime significa ignorare quanto detto dalla Consulta in più occasioni, quindi ignorare la Costituzione medesima. E una norma illegittima fa più danni di nessuna norma. Ripeto: la soluzione è l’addizionale sui redditi > 300.000 euro, si ottiene lo stesso gettito e lo si impiega in un fondo di perequazione, magari per finanziare il salario minimo. Sorial e Tripiedi hanno prensentato proposte diverse nell’inseguimento della Meloni. Non serve. Non serve innanzitutto al dibattito dire che è colpa dei partiti e della Casta. Al fine di cambiare le cose, è necessario cercare un consenso con chi è in grado di capire e sostenere queste battaglie. Il 5S ha votato la Giachetti? Vero, ma il Pd ora ha un altro gruppo dirigente (per quanto antipatico possa essere) che propone alcune vie di uscita. Serve – dico SERVE! – dare delle risposte. Meglio la legge Mattarella? Sono d’accordo, ma bisogna dirlo chiaramente: “siamo pronti a votarlo”. E converrebbe abbassare i toni. Mi accusi di essere di parte ma non vedo perché dovrei esserlo dalla tua. Sto con le mie opinioni, e dove in queste blog vedete il mio nome, si tratta proprio di questo.

      1. Siete veramente forti Grillo non ha sgamato nessuno anzi ahahah,cioè talmente siete di parte che riuscite a trovare da ridire sul movimento anche su una proposta sacrosanta.Cioè ci hai messo pure quell’ansi cose da pazzi.Ci manca solo che scrivevi che era una proposta ridicola.Sono veramente basito da persone come voi.

      2. Non è il Movimento l’oggetto della critica, bensì questo andazzo generale che spinge a gridare allo scandalo su ogni voto della maggioranza (che è sbagliata, lo so, ma questo è un problema politico che il Mov 5 Stelle avrebbe potuto evitarci). Nella fattispecie, si trattava di voti su mozioni di indirizzo e non su emendamenti o progetti di legge. Inoltre, lo schema parlamentare che i 5S hanno scelto è quello di votare solo i propri provvedimenti, annullando il dialogo con gli altri gruppi parlamentari. Il risultato è che le loro proposte restano proposte.

  4. Mi sembra una caccia all’azzeccagarbugli. La Corte Costituzionale, in evidente conflitto di interessi, aveva sentenziato che il prelievo “forzoso” del 5% sulla quota eccedente x mila €uri anno era incostituzionale.
    Come fate a dire che la tassazione progressiva, che è ciò che la costituzione prescrive all’art.53
    ” Tutti sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione della loro capacità contributiva”
    Ed aggiunge: “Il sistema tributario è informato a criteri di progressività”.
    Se ne deve dedurre che se il parlamento decidesse con una legge, di tassare i redditi con aliquote diverse, non capisco cosa potrebbe obiettare la Corte.

    1. Nella mozione Sorial è scritto che una ipotesi è tassare in maniera progressiva, ma solo le pensioni, che come ho già detto non è costituzionale. In ogni caso, non ha chiesto al governo di valutare la sua proposta, bensì di impegnarsi ad inserire un contributo solidale suppletivo per tre anni, cosa che è già stata fatta nella Legge di Stabilità.
      La Consulta non è in conflitto di interessi, la Corte fa il proprio lavoro che è giudicare le leggi secondo Costituzione.

  5. Nel decr stabilità n° 486 il contributo è a favore delle “gestioni previdenziali obbligatorie” e anche a favore al finanziamento degli interventi relativi al comma 191 del decr stabilità (in che percentuale?), che se non sbaglio il n° 191 assegna maggiori importi per il numero maggiore di unità (+6000 unità). In altre parole mi sembra solo fumo. I soldi andranno in buona parte a finanziare i nuovi pensionati. Così come mi sembrano cose ovvie (ovvero fumo) la mozione Gnecchi (monitorare… e poi chiede di correggere eventuali distorsioni e privilegi… EVENTUALI… che ridere!). Nella moz. Sorial si introducono dei numeri, che sono scomodi.

    Per quel che riguarda la mozione Sorial, parla lui stesso di costituzionalità: “..la Corte costituzionale, con la sentenza n. 223 del 2012, aveva già «bollato» e reso incostituzionale il prelievo sugli stipendi pubblici elevati, in quanto giudicato «un intervento impositivo irragionevole discriminatorio ai danni di una sola categoria di cittadini», poiché i provvedimenti colpivano i soli dipendenti pubblici e non anche i lavoratori autonomi o privati, o i pensionati pubblici, lasciando indenni le altre categorie previdenziali;
    come si legge in ambedue le sentenze della Corte costituzionale, «Il risultato di bilancio avrebbe potuto essere ben diverso e più favorevole per lo Stato, laddove il legislatore avesse rispettato i principi di eguaglianza dei cittadini e di solidarietà economica»”
    In questo caso i soldi prelevati dalle pensioni d’oro vanno ai pensionati… ovvero le condizioni del precedente prelievo sono diverse… siamo sicuri che risulti incostituzionale?

    Infine se la proposta di Sorial fosse una sola replica perché bocciarla?

    1. Ai paletti imposti dalla Consulta dedicherò a breve un post intero poiché è materia piuttosto complessa. In ogni caso, a mio avviso, l’unico progetto di legge presentato sinora che avrebbe i requisiti necessari per non incappare negli artt. 2, 3 e 53 delle Costituzione, è quello di Giorgio Airaudo (di cui vi racconterò).

    2. Quoto molte cose.Come dico e come si è ingarbugliato chi scrive che infatti dice appunto che sono simili e quella passata è meno chiara ed è proprio lì il solito gioco;la spiegazione è tutta là caro davidesera,quella del movimento era chiara e mirava a impegnarsi seriamente a tagliare pensioni d’oro in favore delle pensioni minime non giochi di parole come eventuali come hanno fatto sempre in questi anni e che il movimento sta denunciando da quando è entrato.Con una parola questi ti fregano.

  6. caro davidesera ma lo dici tu stesso il comma 486 di gnecchi, che ha introdotto per un triennio un contributo di solidarietà a carico dei trattamenti di più elevato ammontare, anche al fine di sostenere iniziative in favore dei lavoratori cosiddetti «esodati»; il comma 489, il quale ha introdotto un limite alla cumulabilità dei redditi da pensione percepiti da ex dipendenti pubblici con ulteriori fonti di reddito pure poste a carico della finanza pubblica (Mozione 1-00258).Quindi si parla di esodati,non si parla di aumentare le pensioni minime come quella del movimento 5 stelle.Gli esodati il governo i soldi li doveva trovare e disse di trovarli altrove non dalle pensioni d’oro.Quella del movimento 5 stelle andava nella direzione di amentarele pensioni minime.

      1. Ma chi lo ha creato il problema esodati?Il movimento percaso?Si può sia risolvere il problema esodati in altro modo come aveva detto il governo e sia le pensioni minime.Quindi potevano votare sia la proposta dei 5 stelle e sia l’altra e invece al contrario di quello che dici sono loro che moltissime volte non votano le cose del movimento perchè le ha proposte il movimento.E ci mettono nelle loro cose parole come eventuali,ecc…

  7. Peraltro sui lobbisti legati al pd c’è un video fatto dal movimento.Non ti dice niente Tivelli?Quindi ci sono prove visto che tu hai tirato in ballo lobby.

    1. Ripeto: oggetto del post è la critica alla isteria dello scandalo. Non c’è nessuno scandalo. Erano mozioni di indirizzi, ancorché simili fra di loro.

  8. Lo dici anche tu la proposta gnecchi ha parole meno chiare.Come fa spesso il governo, usano sempre parole meno chiare per non fare poi nulla in concreto.Ripeto quella dei 5 stelle anche se era un impegno era un impegno importante e ripeto per aumentare le minime non per fare altro come dicono gli altri in quella passata.

    1. Le norme attualmente in vigore intendo impiegare il gettito del prelievo sulle pensioni d’oro per estendere la platea degli esodati tutelati. Ripeto: non è un problema minore, anzi.

  9. A chi dubita del mio attivismo rispondo che alla luce della sentenza della Consulta sull’incostituzionalità del premio di maggioranza alla Camera, io oggi siederei alla Camera dei Deputati nel gruppo parlamentare del M5S, spero che questo basti come segno d’appartenenza. 😀
    Per quanto sia una mozione d’indirizzo, pur essendo nella forma concorde col blogger, aggiungo che la mozione Gnecchi fa comunque ridere: imporre un controllo ad un’attività di monitoraggio è una supercazzola tipica della maggioranza che non può fare le scarpe al Governo, imporre come indirizzo delle cifre (come dice qualcuno prima di me qui sopra) è tutt’altra storia. Sui vizi di costituzionalità probabilmente hai ragione e sarà un problema insuperabile finché non si separano i redditi. Mi piace il tuo modo di analizzare la politica, anche se ho il dubbio che tu sia di parte se poi sostieni che la mozione Gnecchi fosse anche solo da prendere in considerazione. Comunque bravo.

    Marco

    1. Ho letto nei documenti della Camera il pdl di Airaudo, secondo me in grado di superare i paletti della Consulta. Peccato sia stato accantonato in favore del testo della Meloni, non dissimile da quanto chiesto dai 5S (ricalcolo con metodo contributivo, destinazione del gettito ai trattamenti minimi). Il testo Airaudo, invece, introduceva una addizionale su imposta persone fisiche con progressività di imposta tale da colpire i redditi > di 90 mila euro – tutti i redditi, non solo quelli da pensione.

  10. Caro Davidesera, il suo, mi sembra un arrampicarsi sugli specchi.
    La tassazione dei redditi DIFFERENZIATA, (in base al sistema di acquisizione del reddito), in Italia esiste già. La tassazione delle rendite da capital o finanziaria, non è progressiva. E’ stata per lungo tempo ferma al 12,50% e ora è al 20. Molto, molto meno della tassazione media dei redditi da lavoro che è oltre il 30%. Quindi una tassazione speciale potrebbe essere ammessa tranquillamente. Con una postilla che non possa essere chiamato a giudicare una norma chi da quella norma o dalla sua modifica/applicazione, ne possa godere beneficio.
    Ogni riferimento al conflitto d’interesse dei Giudici dell Consulta è tutt’altro che casuale.

    1. Materia spinosa. Invito a leggere la sentenza della Consulta, forse è più chiara. [D’accordo sul fatto di rendere la tassazione sulle rendite finanziaria progressiva esattamente come quella sui redditi da lavoro, ma questa è un’altra faccenda].

  11. certo che il movimento5s li ha sgamati!….se guardate le date delle mozioni la prima ad essere stata scritta è dei 5 stelle,di settembre 2013 ,tutte le altre sono di novembre2013!

      1. più o meno relativo… se le altre sono successive possono essere state fatte solo per creare alibi (ovvero per poter dire che la mozione 5s non era l’unica a richiedere il contributo a favore delle pensioni minime). E così si può tranquillizzare l’elettore contrario ai 5s dicendo che è il solito baccano dei 5stelle o, come dici te Davide (mi permetto di darti del tu), la solita isteria dei 5 stelle. Mi spiace ma secondo me lo scandalo ci sta, il pd avrebbero potuto votare a favore per migliorare la situazione di quei poveri pensionati che prendono meno di 500 € all’anno. Poi mi rendo conto che non sia semplice dialogare con i 5s. Vediamo come andrà a finire con il decr. stabilità, ma come ho detto, non mi aspetto miglioramenti sostanziali.

    1. Bè un piccolo passo avanti lo hanno fatto: dallo strillo si è passati ad una pur timida analisi. Ribadisco: l’unico testo in grado di poter superare le maglie della Costituzione è quello di Airaudo.

    2. Scusami ok se reagisco così è solo perchè ho letto delle tue inesattezze sul movimento anche su altri discorsi mi spiace.Qui nessuno guadagna nulla a difendere tra virgolette il movimento,io cerco di essere solo obiettivo e in questi mesi ne ho viste tante di furbate da parte di questi partiti e i soliti aiuti che il movimento ha denunciato in continuazione.Il movimento è stato coerente in tutto, questi sono i fatti non perchè devo difendere o sono di parte,in campagna elettorale il movimento o lo stesso Grillo avevano detto di tagliare le pensioni d’oro a favore di quelle minime e quello è stato presentato,non si è parlato di esodati ma non perchè gli esodati non hanno importanza o non se ne fregano ma solo perchè si è stati coerenti con quanto detto in campagna elettorale.La proposta dei 5 stelle era la più chiara senza giri di parole rispetto a quella passata che contiene delle parole furbacchiotte e grazie a queste parole molte volte questi signori riescono a rigirare le frittate e non fare niente in concreto.E menomale che il movimento c’è visto che su determinati argomenti sono stati così messi al muro.Ciao ciao.

      1. Inoltre, quando dici “si potevano votare entrambe le proposte”, dici una cosa giusta ma occorre essere realisti e dire anche che gridare ogni giorno ‘siete morti’ ecc. non aiuta di certo a creare un clima di collaborazione.

  12. Davidesera lasciamo perdere i tuoi commenti dimostrano la tua inobiettività e che vuoi far credere di essere imparziale furbescamente quando non lo sei,potevano votare sia l’una che l’altra invece i fatti dicono che quella dei cinque stelle è stata bocciata.E quindi hanno bocciato un impegno a tagliare le pensioni d’oro per aumentare le minime.Questi sono i fatti.Peraltro quella passata non è chiara e ci sono parole come eventuale ed altre che mettono molti dubbi ed evidenziano la furberia di questi soliti partiti che con una parola inserita ti fregano.

I commenti sono chiusi.